picjumbo.com_HNCK5365
Fashion & Beauty
glass-783680_1280
Wine & LifeStyle
sirmione-470533_1280
Garda Tourism & Wellness

 

 

 

 

 


 

Su riviste, libri e sulla Rete si leggono spesso consigli, idee e suggerimenti per le PMI, ossia piccole e medie imprese. E le micro ?

Quest’ultime, classificate con un numero di dipendenti e di fatturato inferiore alle precedenti, costituiscono però il 95% delle imprese presenti in Italia e con l’occupazione che copre il 47% del personale impiegato. Aziende imprenditoriali quasi sempre a conduzione familiare, che necessitano come le piccole e medie, di attenzione !

Tutte indistintamente, micro, piccole e medie, hanno fattori produttivi necessari per “creare” nuovi prodotti/servizi per il mercato e la clientela. Eppure le imprese differiscono tra loro, per quale motivo ?

Molto spesso è dovuto alla disponibilità di certi budget per investimenti per innovazioni e marketing (ossia promozione & comunicazione del proprio brand, stile, personalità e valori) nel corso della vita aziendale.

Da tale affermazione si potrebbe credere allora che tutte le micro e piccole aziende, non disponendo di certi budget, siano identiche. Invece non è così ! Anche nelle sole micro imprese possiamo notare, nei vari settori, alcuni casi di eccellenza.

Micro imprese che agiscono in un mercato “saturo”, eppure riescono a distinguersi molto bene sul mercato e dalla concorrenza, facendosi preferire, spesso e volentieri, dai clienti e potenziali clienti. Come ci riescono ? Grazie ad una  chiara strategia :

a) Pongono attenzione, diversamente dai concorrenti, agli investimenti in marketing (in senso lato), necessari per attuare in modo coerente la strategia definita;

b) Nella produzione si concentrano sulla “soluzione” e sul beneficio per il cliente, cercando di risolverlo in modo nuovo/diverso (nel caso di mercati saturi) rispetto agli altri.

c) Sono consapevoli che l’impiego di certi “canali di comunicazione” (oggi visti come la panacea) NON sono la strategia, ma SOLO strumenti necessari per espletarla. Se non hai una strategia ben definita, l’uso “casuale” di alcuni strumenti diventa rischioso.

d) Si mettono in ascolto e coinvolgono il target. E’ lo stesso nostro target, gli stessi nostri clienti (attuali e potenziali) che ci “suggeriscono” come agire e come evolvere, così da essere ancora una volta, preferiti rispetto ad altri.
La soluzione ?

Dedicare tempo per elaborare, in un primo momento, una dettagliata strategia di (web) marketing. Successivamente, consapevoli di ciò che deve essere realizzato, scegliere realtà esterne in grado di svolgere la parte operativa.

La strategia di (web) marketing può essere elaborata anche con un ausilio esterno, importante però si tratti di una vera “strategia” e non sia il suggerimento per un impiego immediato di strumenti social, piattaforme e-commerce o di un nuovo website, solamente perchè questo è ciò che sanno fare.

Avere una persona esperta nel (web) marketing sarebbe perfetto, ma per il momento ti puoi appoggiare a MarketinGym !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...